Focolaio alla residenza per anziani di Pompei “Punta Paradiso”. La struttura di via Roma conterebbe 32 ospiti contagiati su 56 persone ospitate.

Secondo quanto emerso dall’indagine epidemiologica condotta, non destano particolari preoccupazioni le condizioni delle persone al’linterno della Rsa. Rassicurazioni, in merito, sono arrivate dall’Asl Napoli 3 Sud che continua costantemente a monitorare l’evolversi della situazione attraverso l’unità operativa appositamente costituita per fronteggiare questo tipo di emergenze.

“Gli ospiti della Rsa sono sotto stretta e attenta osservazione – ha affermato il Dott. Antonio Coppola a capo dell’Unità per l’Emergenza Covid dell’Asl Na 3 Sud – e non si rilevano condizioni preoccupanti. Qualche problema è sorto, invece, per quanto riguarda il personale in servizio presso la struttura che è attualmente in quarantena e che è stato prontamente sostituito con personale Oss proprio dell’Unità di Crisi. Gli ospiti positivi – ha sottolineato Coppola – sono tutti asintomatici e tutti i residenti della Rsa erano stati vaccinati. Il focolaio è, però, insorto nel periodo in cui la copertura del vaccino non era ancora attivo. Ciò non mette assolutamente in discussione la validità dei vaccini, anzi possiamo serenamente affermare che se i 32 soggetti sono asintomatici e le loro condizioni non sono preoccupanti è proprio grazie al vaccino”.

Nei prossimi giorni, l’Asl e l’amministrazione guidata dal sindaco Carmine Lo Sapio, continueranno a monitorare costantemente l’evolversi della situazione all’interno della residenza per anziani, offrendo loro tutti gli strumenti e l’attenzione del caso.