Elezioni a Pompei, torna il sereno tra i moderati.

Dopo la fuga in avanti di Domenico Di Casola, è stata ritrovata l’unità di intenti nel gruppo che dovrà affrontare Carmine Lo Sapio e il centrosinistra alle prossime elezioni.

Nel giorno dell’apertura della campagna elettorale del segretario cittadino del Partito Democratico, i moderati sfoggiano una larga intesa che comprende, oltre alle liste ufficializzate 2 giorni fa, altri 5 gruppi. Si tratta di “Alleati per Pompei”, che fanno capo ad Alberto Robetti; “I Pompeiani”, rappresentati da Alfonso Conforti; “Pompei nel futuro”, rappresentata da Raffale Savarese; “Pompei Sociale”, rappresentata da Vincenzo Del Gaudio; e “Noi per Pompei”, rappresentato da Salvatore Onda.

I gruppi si uniscono quindi all’area moderata rappresentata da Pasquale Avino; a “Pompei Viva”, rappresenta da Pio Manzo; “Alternativa Pompeiana” rappresentata da Giuseppe Sabini; “Pompei Arancione”m rappresentata da Angelo Della Vecchia; ed il Gruppo di “Pompei Democratica”, rappresentato da Giuseppe Scagliarini.

“Convinti della necessità – hanno commentato i referenti - di rinnovare totalmente la locale classe dirigente e di garantire alla nostra Città una proposta politica affidabile, concreta e che assicuri stabilità amministrativa per i prossimi anni". Ora tocca a Lo Sapio e ai suoi la prossima mossa”.

la spaccatura

Il primo candidato

la scelta