“L’amministrazione di Pompei continua a mortificarci. Vogliamo risposte concrete altrimenti saremo costretti a tutelare diversamente i diritti dei lavoratori”.

I sindacati scendono in campo e chiedono l’intervento straordinario del commissario prefettizio di Pompei Santi Giuffré. Con una lettera indirizzata all’amministrazione comunale e al comandante della Polizia Municipale, tre organizzazioni sindacali (Cgil, Cisl e Uil) hanno chiesto lumi sulle problematiche della Polizia Municipale e sui proventi delle contravvenzioni effettuate dal 2015 al 2019.

“Ad oggi non abbiamo avuto riscontro alle richieste avanzate nel corso dell’ultima riunione – hanno fatto sapere i sindacati -. Da tempo veniamo chiamati solo formalmente, visto che le nostre richieste di affrontare le problematiche dei lavoratori vengono sempre disattese. Abbiamo dato disponibilità al dialogo approvando il nuovo orario della Polizia Municipale, ma in quella sede furono avanzate delle richieste specifiche e l’amministrazione si riservò qualche giorno per fornire riscontro. Ma ad oggi non ne abbiamo notizia”.

Oltre ai dati degli incassi da contravvenzioni, non sono state date rassicurazioni nemmeno sui buoni pasto per il corpo dei vigili urbani: “Era doverosa una risposta ma come al solito l’amministrazione è diventata ‘latitante’”.