Dalle scuole all’Aspide, un lungo salto generazionale tenuto insieme da un comune denominatore: essere al centro dell’agenda del commissario prefettizio di Pompei, Donato Cafagna. Ma non solo. Questione parcheggi ed il problema dei contenziosi legati al ciclo rifiuti. Infine, il turismo come volano del territorio. Un insieme di temi e problemi sui quali, ormai, da inizio mese, sta lavorando il viceprefetto inviato dal Governo Renzi nel Comune mariano. “Fino a qualche giorno fa, in città ero venuto solo come turista”, ha detto Cafagna sottolineando l’attenzione del premier per “un patrimonio di tutto il mondo che va tutelato e salvaguardato”.

La fine anticipata dell’amministrazione Uliano, dovuta alle dimissioni della maggioranza dei consiglieri (qui l’articolo), ha aperto al periodo di vacatio politica fino alla primavera inoltrata del 2017, quando ci saranno le nuove elezioni comunali. Nove mesi, durante i quali si dovranno affrontare e superare le difficoltà ordinarie del territorio cittadino e mettere mano, come ha annunciato il commissario, anche a questioni irrisolte. “Nei primi giorni ho incontrato i dirigenti ed i funzionari che mi aiuteranno nel mio lavoro”, ha continuato Cafagna che nella sua agenda ha scritto gli appuntamenti con “il vescovo, il commissario al Grande progetto, l’associazione degli albergatori e le altre che operano sul territorio cittadino”. L’ex sindaco Uliano, invece, “l’ho visto il primo giorno di insediamento. È stata una chiacchierata proficua”.

Una prima ricognizione negli istituti delle elementari e medie il commissario prefettizio l’ha avuta in un summit con i dirigenti scolastici. “Ho attivato subito i controlli sull’impiantistica ed il rispetto della normativa statica. Sono state ripulite le scuole e gli spazi esterni. Un quadro tutto sommato positivo fatta eccezione per alcune criticità che mi sono state segnalate dalla Celentano e dalla Matteo della Corte”.

Sulla questione parcheggi “ho dato disposizione di superare il gap legato al rinnovo del tagliando dopo la prima ora. Appena pronti informeremo la popolazione, ma è inammissibile che si paga ovunque per il tempo che si sosta e non qui a Pompei”. La Ztl “per bus ed automobili che sarà attivata nel centro cittadino. In questo modo vogliamo garantire anche la tranquillità notturna nella zona centrale della città”.

Per la casa di riposo Borrelli “il liquidatore è in scadenza ma va approfondito prima il problema per poi agire con delle soluzioni”. Infine, per il rifacimento delle strade “utilizzeremo il bando dell’amministrazione uscente. In questo modo – spiega Cafagna – ci auguriamo di ovviare alla enorme mole di contenziosi per sinistri stradali che citano in causa il Comune”.

Nei prossimi mesi, a coadiuvare il lavoro del viceprefetto saranno i due sub commissari Massimo De Stefano e Gianfranco D’Angelo.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"