Le scuole restano chiuse a Pompei e a deciderlo è il Tar. Un’ordinanza fatta per tutelare la salute dei cittadini a fronte dell’impennata dei contagi sul territorio della città mariana, resta quindi in vigore.

Nei giorni scorsi era stato fatto il ricorso al Tar ma di ritornare in aula non se ne parla, riconoscendo così la validità della scelta di Lo Sapio, a fronte soprattutto dei dati epidemiologici regionali in base ai quali “il Comune di Pompei è tra quelli attenzionati in quanto soggetti a incremento dei contagi idonei ad impattare in maniera particolarmente significativa sull’incidenza della malattia a livello regionale, il che sembra di per sé giustificare la disposta misura restrittiva temporanea”.

Il Tribunale amministrativo inoltre specifica che “ad ulteriore sostegno dell’ordinanza, il Comune di Pompei evidenzia la rilevata emersione di principi di focolai in ambito scolastico, come segnalati dalle competenti autorità sanitarie”.