“Ringraziamo il sindaco per la vicinanza. Si tratta di un impegno per niente scontato, dopo due anni di silenzi. E’ una novità sul panorama delle trattative e che non trova precedenti nella storia di questa vertenza”.

E’ la soddisfazione degli oltre 100 dipendenti auchan da anni alle prese con la minaccia di perdita del posto di lavoro. Questa mattina si è svolto un nuovo incontro interlocutorio a Palazzo De Fusco con il sindaco Carmine Lo Sapio. Lo stesso sindaco si farà promotore di un ulteriore tavolo di concertazione a cui, questa volta, saranno invitati a partecipare anche i referenti del gruppo Conad Margherita. L'obiettivo è sempre il mantenimento degli attuali livelli occupazionali.

Il nodo più intricato riguarda l’interlocutore con cui interfacciarsi che non comprende solo il gruppo Margherita Spa, subentrato all'Auchan nel luglio del 2019, ma anche gli eventuali e futuri investitori. Nonostante non ci siano ancora comunicazioni ufficiali, per quanto riguarda il complesso di via Ponte Nuovo, il gruppo di grande distribuzione sarebbe intenzionato a ridimensionare del 50% la superficie destinata al food e di cedere la restante parte ad altri grandi marchi intenzionati ad investire sul territorio pompeiano.

“Accompagnerà dipendenti e sindacati lungo tutto il percorso della vertenza”, ha spiegato Lo Sapio. “Il nostro è un impegno formale. In questo clima di incertezza economica, un mancato accordo sul mantenimento degli attuali livelli occupazionali sarebbe un duro colpo ad un sistema economico già messo a dura prova. Per fare in modo che ciò non avvenga faremo tutto quanto in nostro potere per sollecitare e addivenire ad un accordo che tuteli i 108 dipendenti, padri e madri di famiglia il cui destino è sospeso da troppo tempo”.