Nascondeva 165 grammi di cocaina (circa 5mila euro il loro valore sul mercato) all’interno della sua lavatrice e tra la biancheria sporca. Per questo Teresa Talamanca, 50enne di Pompei, già nota alle forze dell’ordine, è stata condannata dai giudici del Tribunale di Torre Annunziata a 4 anni di reclusione.

La Procura oplontina aveva chiesto per la donna 6 anni di carcere, ma il gip Giovanni De Angelis, accogliendo parzialmente le richieste della difesa (rappresentata dall’avvocato Ciro Ottobre), ha concesso un cospicuo sconto di pena alla 50enne.

La donna era finita in manette alcune settimane fa nella sua abitazione di Pompei. I carabinieri del nucleo operativo di Torre Annunziata (agli ordini del tenente Davide Acquaviva e del maggiore Michele De Riggi), dopo un’intensa attività di pedinamenti, alla fine si convinsero che qualcosa, in quella casa, non quadrava. L’operazione terminò con l’incredibile scoperta della cocaina nell’oblò dell’elettrodomestico.

Teresa Talamanca, ora, sconterà la sua condanna per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti ai domiciliari.