Con un comunicato diramato e firmato dal candidato a sindaco Domenico Di Casola, la lista Polo Civico Liberale ha ribadito la sua ferma volontà di portare avanti un progetto unitario e programmatico, volto al coinvolgimento e alla partecipazione di tutte i protagonisti del tessuto socio economico di Pompei. 

Una precisazione che, mette fine alle beghe paventate nei giorni scorsi e che vede l'ing. Robetti schierato al fianco del candidato sindaco Di Casola.

Grande assente, per adesso, è il primo cittadino uscente Pietro Amitrano che ancora non ha scoperto le carte a sua disposizione in questa importante tornata elettorale.

Ecco il testo del comunicato:

I gruppi politici e civici della COALIZIONE CIVICA PER POMPEI in più incontri hanno manifestato la volontà di creare un “fronte comune”, che costituisca un argine alle solite (e già viste) politiche messe in campo dalle ultime amministrazioni comunali. È necessario uno sforzo comune che vada oltre le divisioni ideologiche, al fine di coinvolgere tutte le forze sane della città in un unico progetto di cambiamento e rinnovamento. Si sta lavorando con spirito costituente per consentire la rinascita di Pompei che, a seguito dell’emergenza da COVID-19, ha visto ulteriormente indebolito il suo tessuto economico e sociale. Per tali motivi le forze aderenti a tale coalizione (“Area Moderata”, “Alleati per Pompei”, “Alternativa Pompeiana”, “Pompei nel Futuro”, “Pompei Viva”, “I Pompeiani”, “Pompei Sociale”, “Noi per Pompei”, “Pompei Democratica” e “Pompei Arancione”) lavorano con l’intento di affrontare con forza e determinazione i tanti problemi che la città vive ormai da troppo tempo. Nei prossimi giorni le forze aderenti cominceranno a mettere insieme le diverse istanze provenienti dai cittadini e dalle associazioni per arricchire il programma elettorale e rendere la politica cittadina partecipata e trasparente, aperta al confronto e al contributo di tutti quelli che vorranno rivedersi nel progetto di rinnovamento. Infine, in merito a quanto riferito ieri dagli organi di stampa, circa la scelta del sottoscritto come candidato a sindaco della Coalizione Civica per Pompei, va precisato che non è stata affatto una “gara”. Si è trattato di un lungo e sano confronto che, nel corso delle settimane, ha portato l’intera coalizione a scegliere democraticamente il percorso da intraprendere tutti insieme per il cammino verso il cambiamento di Pompei. Nessuno è stato scalzato, la scelta del candidato sindaco è stata discussa e condivisa da tutte le forze civiche della coalizione, di cui l’ing. Alberto Robetti ne è un autorevole esponente, il quale ha dato e sta continuando a dare un importante contributo per la costruzione di un progetto unitario per la Città di Pompei. 

lo sapio si presenta

la spaccatura