Un consiglio comunale per accelerare sulle pratiche edilizie in sospeso, accedendo così ai bonus del Decreto Rilancio.

I consiglieri di opposizione di Pompei hanno inviato la richiesta per discutere delle pratiche in stallo e permettere di rilanciare il lavoro degli uffici comunali. La proposta è stata firmata da Alberto Robetti, Raffaele Marra, Domenico Di Casola, Salvatore Caccuri, Angelo Calabrese e Mario Estatico.

“Si tratta di un’opportunità unica nella storia della nostra Repubblica – hanno spiegato i consiglieri - e che è impensabile che i cittadini di Pompei, a causa della lentezza burocratica e delle lungaggini normative possano perdere tale opportunità. Allo stato attuale l’ufficio tecnico comunale di Pompei è dotato di un numero sufficiente di personale qualificato in grado di poter accelerare le procedure burocratiche”.

Ma c’è dell’altro. Tra i punti all’ordine del giorno richiesti c’è anche un atto di indirizzo per richiedere fondi con l’obiettivo di assumere personale per far fronte tempestivamente ai maggiori oneri di gestione in ordine ai procedimenti connessi all’erogazione di finanziamento per Ecobonus e Sismabonus.