Una vera e propria micro-serra, allestita ad arte con tutto il necessario per far crescere le piantine di marijuana: luce al neon, ventilatore, termostato, termometro e un sistema per innaffiarle e nutrirle. È quanto hanno scoperto gli uomini della squadra investigativa del commissariato di Pompei, agli ordini del vicequestore Angelo Raffaele Lamanna, a casa del giovane FA.

Il ragazzo, incensurato, appena ventenne e figlio di un noto pregiudicato locale deceduto, aveva preparato il piccolo ‘orto botanico’ nella cameretta di casa sua, in una palazzina a via Nolana. Gli agenti hanno sequestrato circa 3 chili tra piante e droga già essiccata.

Arrestato, adesso è in attesa del rito direttissimo.