Bisogna aprire al più presto la strada ad un nuovo insediamento del partito sul territorio che, se formalmente non esiste, di fatto ha già una presenza in Consiglio comunale dove siedono, tra gruppi di maggioranza e minoranza, ben cinque iscritti al Partito Democratico”. Firmato dal Senatore PD, Enzo Cuomo, e dai consiglieri regionali Loredana Raia e Gianluca Daniele, è il messaggio che da Roma, passando per la Regione Campania, arriva fino alle stanze di Palazzo De Fusco.

IL PRECEDENTE. Ormai Pompei non divide solo per gli scavi o l’azione amministrativa. Anche la costruzione del circolo locale Dem sta creando fibrillazioni nell’apparato di Partito. Qualche giorno fa il segretario provinciale, Venanzio Carpentieri, ha diffidato all’uso del simbolo dopo aver avuto copia di un volantino che girava per la città. Immediata la reazione del primo cittadino, Nando Uliano, che “chiedeva un incontro urgente”, perché “in questi giorni la mia amministrazione ha avuto una serie di rappresaglie che hanno messo in crisi il governo cittadino da parte di esponenti che si definiscono del PD”.

LA REPLICA. Di qui la replica di Cuomo, Raia e Daniele. “Un anno e mezzo di commissariamento, assenza totale di una sede e del direttivo: è, purtroppo, questo lo stato attuale del Partito a Pompi. Di fatto inesistente, che non riesce a far sentire la sua voce sul futuro di una città conosciuta in tutto il mondo”. La soluzione, secondo i tre, è che “il nuovo percorso politico deve nascere da un impegno forte di tutte le componenti riformatrici”. Ovvero, tradotto: “Si deve far leva su Benincasa, Adami e Martire che stanno lavorando quotidianamente sul territorio per riaffermare il ruolo centrale del principale partito del centrosinistra”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

Il PD e Pompei: la storia infinita

Benincasa e Adami: 'Costruiamo il PD'