Una decisione dettata da ragioni di decoro e sicurezza immediatamente esecutiva che resterà in vigore, in via sperimentale, fino al prossimo 30 novembre. L’area di Piazza Esedra, a Pompei, è al centro di un intervento di rigenerazione urbana avviata già nei giorni scorsi con l’intimazione della messa in sicurezza degli edifici fatiscenti e che vedrà la piazza protagonista di un rilancio culturale e strutturale complessivo.

“Per migliaia di turisti piazza Esedra rappresenta il primo impatto con Pompei e l’immagine caotica e confusionale mal si addice all’immagine degli scavi e della città nuova - è il commento del sindaco - E’ inconcepibile che i turisti, spesso a rischio della propria incolumità, debbano fare lo slalom tra le auto in transito e i bus che attraversano  la zona. Non mi risulta che, a Parigi, per esempio i visitatori arrivino in autobus fino all’esterno dei cancelli del Louvre, ma che piuttosto vengano fatti scendere ai margini del museo o dei vari siti culturali. Quest’Amministrazione, si trova dunque ancora una volta a ripristinare niente altro che la normalità in una città dove, al contrario, regna l’eccezione. Ringrazio il consigliere delegato alla viabilità, Giuseppe Del Regno, per la collaborazione e l'impegno profuso anche in questa circostanza”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"