Il campanile della Basilica della Beata Vergine del Rosario di Pompei (Napoli) ha di nuovo il suono delle sue campane. Dopo il lungo silenzio durato 12 giorni, seguito al guasto tecnico provocato da un fulmine caduto sul campanile, i tecnici del santuario stanno procedendo alla riparazione dell'impianto che faceva suonare le otto campane in modo sincrono.

In queste ore si stanno svolgendo le prove tecniche. Non si sentono ancora echeggiare le melodie tradizionali delle campane, ma “entro domani - assicurano al Santuario - confidiamo di rientrare nella normalità”. A rendere lungo e difficile il lavoro di riparazione del sistema che regola il suono delle campane è stato il laborioso reperimento della scheda tecnica che serve al funzionamento delle stesse. “Finalmente è arrivata - spiegano al Santuario - e quello che stanno ascoltando in queste ore i pompeiani sono solo le prove tecniche per mettere a punto il suo funzionamento. Bisogna rimemorizzare le melodie”.

Ogni giorno, i rintocchi del campanile si odono alle ore 7, alle 12, alle 17, alle 17,30 e alla chiamata del rosario. La domenica suonano anche alle ore 11 per la messa del Vescovo. Costruito dal 1912 al 1925, il campanile della Basilica di Pompei, è alto 80 metri e costituisce un punto di riferimento visivo nella piana vesuviana, ma per gli abitanti è anche un punto di riferimento acustico.

Il prolungato silenzio delle campane, nei giorni scorsi, era stato vissuto come un cattivo presagio e qualcuno aveva azzardato anche a giocare dei numeri al lotto.