È stato convalidato  iln fermo di Pietro Vollaro, il figlio del boss del Boss Luigi ,arrestato domenica al termine di un’operazione congiunta messa in piedi da polizia e carabinieri. Resterá in. carcere così il 52enne , che prima dell'arresto di domrnica era sottoposto alla libertà vigilata con obbligo di firma. Il figlio Luigi Vollaro, alias “  o’ califfo “, attualmente detenuto in regime di 41 bis, dello storico boss porticese è ritenuto responsabile di tentata estorsione con l’aggravante delle finalità mafiose.

L’indagine, condotta da Carabinieri e Polizia di Stato -su filoni investigativi convergenti- e coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea, ha permesso di di documentare tentativi di estorsione riconducibili a Pietro Vollaro.

Le forze dell'ordine sono riuscite a documentare diversi tentativi di estorsione compiuti tra maggio e luglio 2015 messe in atto da Vollaro considerato elemento di spicco del cartello criminale con base ed interessi a Portici ai danni di quattro cantieri edili della città. 

C.C.

Le parole del sindaco

I dettagli dell'arresto

Arrestato reggente dei Vollaro