“Hanno il grande terrore di perdere la poltrona- grida Alessandro Di Battista, ospite sul palco con il candidato sindaco Giovanni Erra ed il movimento 5 stelle, continua- anche per questo il Senatore Cuomo si ricandida qui come sindaco, magari ha paura di non ritornare in Senato. Sarebbe bellissimo, ma ditegli se lo incontrate, che se non dovesse entrare né nel prossimo Senato né diventare sindaco a Portici che comunque gli daremo il reddito di cittadinanza. Ci saranno per lui 780 euro al mese, però deve lavorare gratuitamente al comune di Portici otto ore a settimana”.

L’ironia di Di Battista ha raccolto una folla di cittadini in piazza pronti ad acclamare i candidati e ad interagire attivamente nel discorso del deputato.

“Siamo diventati la prima forza politica del Paese- continua Di Battista- il pericolo numero uno di un intero sistema partitocratico che ha il terrore dell’eventuale vittoria del Movimento. Ci definiscono degli inesperti coloro che hanno fatto una riforma costituzionale bocciata dal popolo italiano, due leggi elettorali bocciate dalla Corte Costituzionale in quanto truffaldine, la riforma Madia bocciata, un decreto sulle banche popolari bocciata dal Consiglio di Stato. Insomma, tutto quello che hanno toccato gli esperti è stato bocciato in qualche modo. E dicono a noi che siamo inesperti perché è capitato qualche volta di sbagliare il congiuntivo. Se il movimento salirà al Governo, sarà una gioia dimezzare gli stipendi di tutti i consiglieri regionali, per tutti i senatori e deputati; abolire i vitalizi a tutti quanti perché noi non li prendiamo. Elimineremo leggi che fino ad ora non hanno tolto perché noi già risparmiamo i costi della politica.  Nella mia vita ho sempre votato la sinistra, anche il partito democratico e chiedo scusa, dopo ho visto che la loro è una grande ipocrisia, questi personaggi hanno distrutto lo stato sociale ancor più di Berlusconi però lo fanno chiamandosi compagni e ricordando qualche volta Berlinguer. E’ oscena questa ipocrisia”.

Sul palco presenti anche il senatore Sergio Puglia ed il candidato Giovanni Erra insieme a tutti i candidati della lista.

“Noi non abbiamo paura, affrontiamo gli altri a viso aperto e con il nostro modello di fare politica- spiega erra, continua- Vorrei sgombrare delle menti un pregiudizio sul Movimento, il fatto che spesso si parla della nostra incompetenza giustificandola con la tipica frase “ma non avete mai governato”. E’ vero non abbiamo mai governato, ma se ora ci ritroviamo con un debito di 8 milioni di euro, mi chiedo chi sia in realtà davvero in grado di gestire la città. Abbiamo fatto realizzare una piscina ad un privato e il comune e noi come cittadini siamo i garanti e se non paga, pagheremo noi. Questi sono gli incompetenti che si sono ripresentati nonostante tutto perché hanno la faccia come il c….>>.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"