I carabinieri della stazione di Portici hanno arrestato per estorsione e maltrattamenti in famiglia un 30enne del posto.

L'uomo aveva chiesto alla famiglia una somma di denaro utile a riparare la sua auto. Al loro rifiuto, però, ha perso la pazienza ed ha messo a soqquadro le stanze della casa distruggendo vari mobili. Poi è passato all'aggressione fisica, prima verso i genitori e quindi verso la sorella 54enne.

Necessario l'intervento dei carabinieri, che hanno arrestato l'uomo dopo averlo trovato in evidente stato di ebbrezza. Secondo quando ricostruito dai militari, comportamenti di questo tipo non erano una novità: era già successo in passato, ma i suoi familiari non avevano mai denunciato le violenze del 30enne.