Una mazzata tremenda alla vigilia del consiglio comunale di Portici sul bilancio, quella che il Collegio dei Revisori dei Conti ha inviato attraverso la relazione al consuntivo all’amministrazione comunale guidata da Nicola Marrone. Gli elementi di maggiore criticità che l’organo di controllo interno rileva riguardano la vicenda waterfront con gli atti che sono stati inviati alla Corte dei Conti. Secondo i revisori ci sono “irregolarità di gestione in ordine alle disposizioni di pagamento favore della società Lande e CCC (Waterfront)”.

Eccependo emissione di illegittimi certificati di pagamento e sottolineando che “l’Ente è in procinto di una controversia legale al fine di recuperare quanto indebitamente pagato”. Il Collegio ha ritenuto opportuno segnalare tale irregolarità di gestione rimandando ogni decisione relativamente alla questione in esame alla Corte affinché possa accertare eventuali responsabilità dei soggetti coinvolti.

I revisori hanno poi ravvisato elementi di forte allarme e preoccupazione sulla rendicontazione delle spese intervenute con fondi comunitari. Infatti, scrivono: “In merito alla corretta gestione contabile dei Fondi Europei PIUEUROPA, il Collegio ritiene opportuno valutare con attenzione ed oculatezza le implicazioni susseguenti alla nota Giunta Regionale della Campania (prot. 0153726 del 04/03/2016) che fissa i termini per l’ammissibilità delle spese finanziate con le misure predette al 31/12/2015”. Di fatto preoccupa che i lavori non ancora terminati al 31/12/2015 possano non trovare più alcuna copertura di bilancio attraverso fondi europei con tutte le conseguenze del caso.

Concludono infine “intimando l’Ente a provvedere con urgenza a rimuovere tali irregolarità e non tanto sanare una o più spese assunte senza impegno, quanto a verificare ché ciò non pregiudichi gli equilibri di bilancio, relativamente alle irregolarità amministrative e contabili riscontrate ( e, in particolare, il mancato riconoscimento di debiti fuori bilancio, al fine del rispetto di quei fondamentali principi di Bilancio rappresentati da universalità, attendibilità e veridicità)”.

Duro il commento di Amedeo Cortese, segretario cittadino del PD, che evidenzia come “la gestione amministrativa fallimentare di Marrone e dei consiglieri che lo sostengono ha riflessi immediati sulle finanze del Comune ormai in sostanziale dissesto, nel mentre sono palese anche precise responsabilità erariali che sono già al vaglio della Corte dei Conti”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"