Volano impietosamente i foglietti del calendario e si avvicina il 31 dicembre data ultima prevista per la realizzazione del Waterfront, l’opera annunciata con enfasi ai cittadini ma ancora ferma al palo. “Il Waterfront si farà”, lo ha assicurato il Sindaco di Portici, Nicola Marrone, prendendo la parola durante la presentazione dello sportello contro la povertà voluto da Libera Portici, esulando per un momento dal tema dell’incontro.

Quasi uno sfogo quello del Sindaco Marrone che sta attraversando politicamente un periodo non proprio facile. Gli scontri interni tra le fazioni politiche, i ritiri di alcune deleghe assessoriali, le spallate sempre più possenti del PD  locale speranzoso di portare a casa la conclusione anticipata della consiliatura , non fanno vivere un momento sereno all’amministrazione porticese.

Appare visibilmente turbato e anche molto arrabbiato, il primo cittadino, ma come sempre, trova  le parole  per tranquillizzare  tutti sul fronte della “passeggiata a mare”, l’opera  per la quale avvengono gli scontri più cruenti con l’opposizione specialmente quella del PD. “Abbiamo chiesto ai cittadini il sacrificio di non utilizzare il mare questa stagione per completare  l’opera – ha esordito il Sindaco Marrone – e loro  restano perplessi se poi  i lavori iniziati si fermano. Si chiedono come è possibile  che  nella procedura di gara le verifiche  dei requisiti intervengano  dopo la gara stessa”

Sorvolando sugli aspetti tecnicistici delle procedure Marrone spiega le difficoltà dell’applicazione della attuale legislazione. “Questo non significa che la passeggiata a mare non si farà come vanno strumentalmente dicendo taluni per attentare alla tranquillità della gente. La passeggiata si farà - continua il Sindaco Magistrato - stiamo ancora affrontando dettagli tecnici connessi a una vicenda davvero complessa ma siccome siamo testardi, continueremo per la nostra strada e daremo alla città questa opera che è uno degli obiettivi che ci siamo proposti”.

E poi un appello, quasi accorato: “Chiedo a voi e a tutti  di essere strumento di trasmissione di questo messaggio, di fare rete, per non comunicare in modo improprio come spesso accade. Se ci sentiremo meno soli – ha poi concluso il Sindaco - il percorso sarà pieno di  buoni risultati per la città e per i cittadini  così come lo sarà per il lungomare, la reggia  restituita al suo antico splendore ,per  una economia rilanciata, per   nuovi percorsi nel campo del commercio e per tutta quella rete di interventi che ci siamo ripromessi di attuare”.

Claudio Di Giorgio


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

L'interdittiva antimafia

cancelli

L'interrogazione dei Senatori

M5S: 'Battaglia tra PD e Marrone'

Il sopralluogo di Marrone

La rabbia dei 5 Stelle

La protesta dei Verdi

cittadini forzano cancelli

Stop al waterfront

Stop ai lavori di piazza del tribunale

Regione chiede il conto

Lo stop

Alternativa di governi alla città

La replica di Marrone

Sequestrata area demaniale

Fiamme gialle al comune di portici

Lavori pagati ma non eseguiti

Continuano i lavori

Firmato l'accordo per proseguire i lavori

l'incontro

Il Consiglio di Stato dà ragione a Marrone

Cortese: 'Emblema del fallimento'

Marrone attacca il PD

Puglia sprona Marrone

De Luca: 'Il progetto è fallito'

Guerra tra Marrone ed il PD

La riapertura della spiaggia

Cortese punta il dito contro Marrone