Una nuova iniziativa turistica in  ottica di valorizzazione storico culturale del Miglio d’Oro  è quella lanciata  da Esmeralda Scotto una profonda studiosa del territorio porticese del Miglio d’Oro e delle sue bellezze. Si parte  con una motonave dal porto  Borbonico del Granatello  per una splendida escursione turistica  nel golfo di Napoli.     

Esmeralda Scotto  diplomata  e  laureata  specializzata nell’ambito turistico ha svolto   per un ventennio esperienza nelle posizioni di  tecnico dei servizi turistici, accompagnatrice  turistica , direttore di agenzia di viaggi addetta museale nel parco archeologico , che l’hanno portata ad acquisire una formazione specialistica di elevato livello  e ora  prova a dare il suo contributo  alla sua città  nel  donare  concretamente emozioni, sogno  e il piacere di godersi la propria terra  anche dal mare . 

Anche qui,  racconta la  Scotto, si parte da una leggenda secondo  la quale  il Re Borbone a causa di una violenta tempesta in mare  fu costretto ad approdare nell’allora casale di Portici  dove abbagliato da tanta bellezza naturale e dalla vegetazione verde e rigogliosa  che dal  Vesuvio giungeva fino al mare  ne rimase incantato fino a decidere di realizzare proprio qui di fronte al mare la sua residenza estiva la ormai arcinota Reggia di Portici.    

Ed è  proprio da qui, da questa bella storia  che Esmeralda Scotto riparte per esaltare la vocazione turistica della città di Portici  salpando  per il primo giro  il 19 luglio dal porto borbonico del Granatello per  conquistare la visione indimenticabile del Golfo di Napoli.   

La prima sosta sarà a Procida dove i turisti che lo vorranno potranno anche  fare un bagno  e nel pomeriggio si partirà per il porto di Ischia  circumnavigando il Castello Aragonese fino allo stupendo Borgo Sant' Angelo dove si potrà fare un altro bagno  o semplicemente prendere un caffè nella nota piazzetta. 

Una guida illustrerà costantemente  le bellezze e le storie  dei territori .   Un giro indimenticabile  del  golfo  reso possibile grazie alla collaborazione  della Scotto con un  armatore di Napoli e la professionalità di una Agenzia  di Servizi Turistici di Ischia sul territorio dal 1970 .  

 Per la Scotto la consapevolezza che una tale iniziativa svilupperà un turismo indotto  e il ripetersi  di queste escursioni avrebbe  certamente ricadute positive con  l’arrivo di  turisti che oltre a visitare le isole del golfo non mancheranno di visitare la reggia  i musei e tutte le  bellezze naturali  che fanno storia  e cultura del Miglio d’Oro .