Portici. Continua a Portici la distribuzione porta a porta ai cittadini porticesi di un  simbolico kit di rotoli di buste colorate per la raccolta differenziata  assieme a un volantino da parte di attivisti del Movimento 5 Stelle di Portici. 

Il motivo è la mancata regolare consegna delle buste per la raccolta differenziata  ai cittadini che sarebbero costretti ad andarle a ritirare autonomamente perché non regolarmente distribuiti dai volontari della Protezione Civile a cui sarebbe stato assegnato il servizio.

Un disservizio quello in essere che si trasferisce sugli abitanti inermi creando numerosi problemi specialmente nel caso di persone anziane, sole o inabili. Una iniziativa partita il 19 ottobre che dovrebbe avere solo valore simbolico di protesta, che invita i cittadini a far sentire la propria voce per il ripristino della consegna a domicilio, indicando i numeri telefonici cui rivolgersi.

In un volantino, il M5S invita a rompere col passato e a portare gente nuova nelle istituzioni. “Per noi esiste una sola alternativa – si legge nel volantino – Portici 5 Stelle . Era il 18 ottobre 2015 quando distribuimmo al mercatino delle produzioni del territorio migliaia di buste sotto lo slogan ‘Le tasse le abbiamo pagate. E le buste?’. Dopo un anno - spiegano i pentastellati  - siamo ancora qui e chiediamo al Commissario prefettizio di Portici che venga effettuata la consegna a domicilio delle buste. Non è ammissibile che i cittadini debbano recarsi a chilometri di distanza ed in un altro comune – Ercolano, ndr - per ritirare il kit della differenziata. Noi non molliamo la presa e nel frattempo ci siamo nuovamente tassati per comprare delle buste che verranno distribuite da alcuni volontari della protezione civile che ci hanno chiesto supporto ma in questo caso effettueranno la distribuzione come semplici cittadini”.