La campagna elettorale porticese si gioca anche a colpi di manifesti, spesso abusivi che imbrattano la città già poco pulita. Sono stati segnalati una serie di cartelloni affissi in modo selvaggio sui muri dei palazzi da parte della coalizione che sostiene la candidatura a sindaco di Salvatore Iacomino, fanno discutere sui social con particolare evidenza: il manifesto dei Verdi (partito che dal suo stesso nome si individua come ecologista) e quello in cui lo stesso candidato Iacomino è ritratto con un bambino in divisa scout.

“Non spenderò un centesimo per i manifesti della campagna elettorale- ha dichiarato Riccardo Russo, candidato sindaco della “Rinascita porticese”, continua-  quello che risparmierò lo donerò alla Mensa del buon Samaritano per l'aiuto ai bisognosi (che ogni giorno aumentano sempre di più). Invito agli altri candidati a fare lo stesso. I miei manifesti sono le persone libere e forti che con il passaparola costruiscono la città nuova: il cambiamento. Non sporchiamo la nostra città anche con i manifesti selvaggi”. 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"