Gli è costata cara la ‘nostalgia’ di casa: quando dopo giorni di controlli dall’esito negativo i poliziotti hanno scoperto R.S. a casa di alcuni parenti porticesi, non hanno potuto fare altro che arrestarlo. Il giovane aveva l’obbligo di dimora a Napoli, ma evidentemente non ha voluto rispettarlo. Dopo qualche giorno di ‘caccia’, sono stati gli agenti del commissariato di via Salute a scovarlo a casa dei familiari porticesi e ad arrestarliper le violazione del regime al quale era stato sottoposto.