E’ stata trovata nella sua edicola, nonostante fosse positiva al coronavirus.

Dovrà rispondere del reato di epidemia colposa una 52enne salernitana, denunciata dalla Polizia per essere andata a lavorare nonostante fosse stata contagiata dal virus. Ieri durante un servizio di controllo a Castellammare di Stabia, gli agenti hanno accertato la presenza della donna nell’edicola dove lavorava, che si era allontanata dal proprio domicilio continuando a prestare servizio.

Sul caso è intervenuto il sindaco Gaetano Cimmino: “Nessuna pietà per chi infrange le regole. Pene severe per gli irresponsabili che diffondono il virus nella nostra città. Incoscienti che non hanno cura della salute dei cittadini e delle persone che oggi soffrono, attaccate ad una bombola di ossigeno in un letto di ospedale. Invito tutte le persone che hanno frequentato l’edicola negli ultimi giorni ad autodenunciarsi e a mettersi in isolamento fiduciario o ad effettuare un tampone in via cautelativa, per evitare di innescare un focolaio in città, in un periodo già delicato per l’incremento dei contagi su tutto il territorio comunale”.