Era positivo al Covid ma andava in giro senza mascherina. Un anziano di 81 anni è stato denunciato dai vigili urbani di Somma Vesuviana per aver violato le norme sull' isolamento, mentre le autorità sanitarie sono state costrette a chiudere il salone di un barbiere dove l'anziano si era recato per farsi radere la barba e tagliare i capelli.

L'81enne aveva anche cercato di entrare in una macelleria senza mascherina, ma il gestore si è rifiutato di farlo entrare, chiudendo l'ingresso. Sono stati gli stessi parenti a segnalare il comportamento scorretto dell'uomo, vedovo da qualche anno, che invece di restare a casa si aggirava per le strade di Somma Vesuviana senza rispettare le norme sanitarie che ne imponevano l'isolamento fino alla guarigione.

I vigili urbani hanno reso noto che l’anziano era stato più volte diffidato dalle autorità sanitarie. Sono ora in corso le verifiche per il tracciamento dei contatti, e per accertare se il paziente Covid sia stato inserito nella piattaforma regionale.

"I controlli ci sono - ha commentato il sindaco Salvatore Di Sarno - ma abbiamo 247 positivi attivi da controllare con pochi Vigili a disposizione. Chiedo a tutti i negozianti di accertarsi che i clienti indossino le mascherine. Purtroppo registriamo altre due vittime oggi e una ieri: due 73 enni ed un 72 enne, che fanno salire a 30 il numero dei decessi per Covid da inizio pandemia".