"Le cifre sulla disoccupazione e sulla povertà in Campania sono da bollettino di guerra. Le persone che lavorano all'Inps sono impegnate al fronte". È il quadro disegnato, a Napoli, dal presidente dell'Inps Tito Boeri a margine della presentazione del bilancio sociale della Campania. "L'Inps si trova ad operare in una realtà molto difficile. Credo - ha sottolineato- che il bilancio che noi oggi tracciamo sia un bilancio dove l'istituto si è impegnato attivamente ad erogare le prestazioni sociali, è riuscita a tamponare gli aspetti più critici di questa crisi". Una crisi "interminabile" che per Boeri ha ancora di più "accentuato il divario tra il nord e il sud". In Campania "ci sono alcuni segnali positivi nel mercato del lavoro" ma "il quadro resta grave".