“Purtroppo siamo costretti a registrare un altro episodio di matrice criminale in città. Bisogna reagire al più presto ed assicurare i responsabili alla giustizia”.

Queste le parole del sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione all’indomani del raid armato contro Mario Dentice, un pregiudicato del luogo colpito alla gamba in via Plinio.

Dentice sarebbe stato avvicinato da alcune persone, spacciandosi per carabinieri salvo poi esplodere alcuni colpi di pistola che hanno ferito in maniera non grave l’uomo, nei pressi della sua abitazione.

“Nel corso degli anni – ha proseguito il primo cittadino - grazie al lavoro di Magistratura e Forze dell’Ordine, sono stati inferti colpi durissimi ai clan camorristici egemoni sul nostro territorio. Tutti gli esponenti di spicco legati al sistema criminale si trovano dietro le sbarre e la città si è liberata dalla morsa opprimente della camorra. Ma è innegabile che gli ultimi accadimenti destino in tutti noi una forte preoccupazione. Il Prefetto di Napoli, Marco Valentini, è al corrente di quanto sta accadendo nella nostra città. In occasione di una riunione del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica dello scorso 16 giugno, gli ho espresso i miei timori dovuti al ripetersi di episodi di natura criminale sul territorio, nonché un maggiore presidio dello stesso da parte delle forze dell’ordine, condizione necessaria per garantire la sicurezza dei cittadini e vincere la guerra contro la camorra”.

il nuovo raid

l'agguato