Un 43enne, col vizio del gioco, ha preteso dai genitori trenta euro e al rifiuto ha tentato di colpirli con un appendiabiti. Ma l'intervento tempestivo dei Carabinieri ha evitato che la situazione degenerasse. L'episodio è avvenuto a Portici.

L'uomo, affetto da ludopatia, già in precedenza aveva chiesto del denaro ai genitori i quali si erano recati dai Carabinieri per denunciarne gli episodi. Ieri, l'ennesima richiesta: l'uomo avrebbe preteso trenta euro per acquistare le sigarette ma i genitori sapevano che sarebbero serviti per assecondare la sua dipendenza dal gioco e gli hanno opposto un netto rifiuto.

Minacciandoli di morte il 43enne, secondo la ricostruzione dei Carabinieri, ha afferrato un appendiabiti e ha tentato di colpirli. Da qui la richiesta di aiuto al 112. I militari della locale Stazione, giunti nell'abitazione, hanno arrestato il 43enne e lo hanno portato in carcere dove è in attesa di giudizio.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"