Anche i ristoratori di Castellammare di Stabia si sono riuniti in una protesta silenziosa, contro il DPCM. 
La manifestazione è avvenuta sul lungomare, dove immersi nel silenzio e nella luce foca di candele rosse, i proprietari dei ristoranti stabiesi e di alcune attività commerciali, si sono uniti in una social catena contro le nuove disposizioni ministeriali, ulteriormente restrittive per la categoria.
Ad ogni ristornate o attività è stata assegnata una postazione delimitata da candele rosse, il tutto eseguito in religioso silenzio. “Le candele rappresentano la luce che noi tutti vorremmo vedere in fondo a questo maledetto tunnel senza via d’uscita -dichiara un ristoratore - e abbiamo optato per il silenzio perché crediamo di non aver bisogno di gesti eclatanti o sommosse, la nostra presenza oggi dice già tanto”.
Organizzata tramite passaparola, ha portato circa 500 persone tra dipendenti e proprietari, che corrispondono a 150 attività del territorio, a manifestare su tutto il lungomare. 
“Agli organizzatori e a tutti i partecipanti vanno i miei complimenti per la bella iniziativa -ha dichiarato il Sindaco Cimmino -. Io sarò sempre al vostro fianco e continuerò a sostenere la causa e le esigenze di tutti voi, che siete il motore della nostra economia".

vai alle foto