Si sono schiantati contro un muro per eludere un posto di blocco dei carabinieri.

Arrestati due uomini: si tratta di Andrea Titas, 21enne di Boscoreale ed Emanuele Riccio, 23enne di Scafati. 

I due stavano percorrendo a bordo di una Smart una strada contromano quando si sono imbattuti in un posto di blocco. Alla vista dei militari hanno provato a darsi alla fuga, non si sono fermati all’alt e hanno tentato anche di investire un carabiniere.

Raggiunta via Scafati, strada di collegamento tra il comune salernitano e Santa Maria la Carità, è iniziato un folle inseguimento concluso con uno schianto in un cancello. Forte l’impatto, il rumore ha svegliato decine di cittadini che in quel momento dormivano. Sul posto anche due ambulanze.

I due erano partiti dal piano Napoli, a bordo di un'auto a noleggio. Le loro condizioni di salute non destano preoccupazioni. Dovranno spiegare ai carabinieri i motivi della fuga e rispondere dei danni causati. Al momento sono accusati di resistenza a pubblico ufficiale.

Il carabiniere investito durante la fuga ha riportato diverse contusioni a spalla, braccio e gamba: la sua prognosi è di 14 giorni.