Hanno provato ad imitare la gang di Patrick Swayze di Point Break, solo che al posto delle maschere dei presidenti hanno usato maschere scenografiche bianche. E gli è andata male. Dopo un breve inseguimento infatti i carabinieri sono riusciti ad acciuffare uno dei tre banditi che questa mattina hanno preso di mira un centro scommesse di Somma Vesuviana, riuscendo a portare via 6mila euro in contanti.

La banda è entrata in azione con in mano le repliche di due pistole, hanno prima colpito alla testa il titolare dell'agenzia e hanno poi provveduto a riempire di contanti i borsoni che avevano con se. I carabinieri, giunti sul posto, sono riusciti a bloccare la fuga di uno della banda, il 31enne Salvatore Granata. Per mettere a segno la rapina la gang ha usato l'auto della madre del bandito fermato, dopo aver coperto con nastro adesivo il numero di targa.

Il titolare, un giovane di 22 anni, è stato trasportato all'ospedale di Nola dove i medici gli hanno curato delle ferite alla testa. Dopo il colpo, Granata e i due complici hanno dato vita a un lungo inseguimento in auto. Lui è stato preso, mentre sono in corso le ricerche degli altri due rapinatori. I carabinieri hanno sequestrato due pistole sceniche simili a quelle in uso alle forze dell'ordine, quattro maschere scenografiche bianche, 3 passamontagna e 1050 dei 6000 euro rubati. Sequestrata anche l'auto della madre del rapinatore arrestato, una Fiat 600.

 

(foto archivio)


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"