Sono stati tutti scarcerati i tre malviventi che, lo scorso 20 giugno, nel Napoletano, vennero bloccati dalla Polizia di Stato dopo un folle inseguimento scattato a Villaricca e terminato nella vicina Mugnano. L'episodio di cronaca fece scalpore perchè uno dei criminali, durante la fuga, puntò la pistola contro gli agenti. 

Nel tragitto si liberarono di due borselli contenenti munizioni e tre pistole, una delle quali rapinata ad guardia giurata a Volla (Napoli), e un coltello con la lama di 23 centimetri. Il Tribunale di Napoli Nord ha scarcerato ieri, l'ultimo dei tre malviventi: si tratta di I.E., 56enne di Giugliano in Campania (Napoli) con precedenti di polizia come G.D.A., 45 anni, anche lui con precedenti. Entrambi sono stati difesi dall'avvocato Fabrizio De Maio che si è visto accogliere la richiesta di attenuazione della misura cautelare del carcere con gli arresti domiciliari malgrado l'opposizione degli inquirenti. La prima scarcerazione, per gravi motivi di salute, riconosciuti sussistenti dal giudice per il 44enne F.F., risale a venti giorni fa. La decisione della seconda scarcerazione, quella di G.D.A, invece è stata presa lo scorso 11 agosto in virtù del suo comportamento collaborativo e della decisione dell'imputato di voler affrontare il giudizio con il rito abbreviato. Anche per I.E., scarcerato ieri, il giudice ha ritenuto sussistente i gravi motivi di salute.
Ai tre vengono contestati i reati di porto illegale di armi, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale. 


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"