Sorpreso mentre prendeva a calci e pugni la porta d’ingresso dell’abitazione della sua ex compagna.

La polizia ha arrestato S.P., 30enne di Portici ritenuto responsabile del reato di maltrattamenti in famiglia, atti persecutori, violazione di domicilio, danneggiamento, spaccio di droga e detenzione abusiva di arma da fuoco.

L’uomo, già sottoposto all’obbligo di firma per reati inerenti agli stupefacenti, è stato sorpreso durante un servizio di controllo dalla Polizia, presso un’abitazione di via Cristoforo Marino a Napoli. Insultava e minacciava la donna, che si era barricata all’interno dell’appartamento.

Una volta bloccato, hanno appreso dalla vittima che l’uomo era già stato denunciato in altre occasioni. L’aveva persino minacciata con alcune videochiamate in cui l’uomo si inquadrava con una pistola per intimidirla.

Gli agenti allora hanno effettuato una perquisizione domiciliare presso l’abitazione dell’aggressore a Portici. Nascosta in un vano sopra una finestra, hanno recuperato l’arma, una pistola a tamburo con matricola abrasa completa di 4 cartucce calibro 38 special. In un altro vano ricavato sotto la vasca da bagno, hanno trovato 53 bustine contenenti 100 grammi circa di marijuana, 2 buste con 215 grammi circa della stessa sostanza, 3 bilancini e diverso materiale per il confezionamento della droga. Infine, è stato ritrovato un sistema di video sorveglianza con una telecamera che inquadrava l’esterno dell’abitazione.