Guardando l’ultima istantanea di Google Earth, risalente a pochi mesi fa, in quello spazio si possono notare solo 3 macchine parcheggiate. Oggi, la piazzetta tra vicolo Magnolia e vicolo Rose è divenuta un’autentica discarica a cielo aperto. Un cumulo di rifiuti alto fino al primo piano di una casa sta li in bella mostra, crescendo di giorno in giorno con sversamenti continui.

Materiale di risulta, ruote, bottiglie di vario genere, vestiti usati, frigoriferi, materassi ed addirittura i cingoli di qualche macchina smaltita illegalmente. È il vasto assortimento che si può trovare in questo ‘mercato della munnezza’.

Ma l’assurdo sono proprio i palazzi. Come se non fosse bastato il terremoto a rendere quella zona surreale, alcune persone hanno pensato bene di chiudere gli ingressi degli stabili diroccati e riempirli di rifiuti trasformandoli in veri e propri contenitori giganteschi. Inoltre, un tubo rotto ha generato un piccolo laghetto, per la gioia delle zanzare che stanno colonizzando la zona.

Quasi superfluo dire che, all’imbrunire o anche nei momenti di calma, i roditori che passeggiano tra i rifiuti superano le dimensioni di molti gatti. Tutto questo a pochi passi da case ancora abitate e bimbi che giocano a pallone.

vai alle foto