Nessuno come lui, o quasi. Fabio Quagliarella eguaglia Gabriel Omar Batistuta nell’albo dei record della serie A.

IL RECORD. Una stagione da incorniciare, una seconda giovinezza: con la doppietta all’Udinese è arrivato all’undicesima gara consecutiva in rete, 16 gol e 6 assist in 20 partite di campionato. Batistuta aveva 25 anni, il bomber stabiese tra qualche giorno ne compirà 36. Un record che ha resistito a 24 anni di grandi cannonieri come Shevchenko, Del Piero, Totti, Inzaghi, Vieri, Ibrahimovic, Di Natale, Higuain e tanti altri.

L’INTERVISTA. Quando gli chiedono che effetto fa aver eguagliato Batistuta, Quagliarella non risponde, resta in silenzio per qualche secondo. Poi prende coraggio e parla in lacrime: "Impensabile, davvero. Il record è una grandissima emozione, poter solamente immaginare una cosa del genere fa molto effetto. Solo a nominare Batistuta mi vengono i brividi. Dopo il primo gol ho pensato solo a godermi la serata e ai miei tifosi. Sono senza parole. Fare questo record a quasi 36 anni è un orgoglio: i miei sacrifici e il mio passato sono serviti a qualcosa...”

LA NAZIONALE. Al termine della gara con l’Udinese, Quagliarella ai microfoni di SkySport risponde anche all’ipotesi di un eventuale richiamo in Nazionale: “Mancini deve portare avanti un gruppo, bisogna avere fiducia altrimenti non cresceremo mai. E’ lui che sceglie, io devo fare bene con la Samp. Voglio arrivare la domenica e divertirmi, dare il mio contributo, rendermi importante, io non gioco solo per segnare. Godo comunque anche facendo un assist".

L’OMAGGIO DEI “CUGINI” RIVALI DEL GENOA. "Fieri di avere un rivale forte come te!". Con un tweet anche il Genoa si è unito al coro di complimenti giunto nei confronti dell’attaccante originario di Castellammare di Stabia. La foto ritrae Quagliarella insieme a Mimmo Criscito, capitano del Genoa.

(foto: calciomercato.com)


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"