“La moda passa lo stile resta, lo ha detto una stilista”!  Recita così la strofa di un recente brano debuttato al festival di Sanremo

Ebbene si, questa frase è stata pronunciata dall’iconica designer (come la chiameremo oggi), Gabrielle Coco Chanel, maestra di avanguardia e di eleganza.

Ma cos’è lo stile? Quando una donna può definirsi unica e così inconfondibilmente meravigliosa, quasi eterea, apparentemente irraggiungibile, impeccabile, inimitabile?!

Beh, di certo nel momento in cui possiede una forte personalità; è sicura di sé, mostrando fuori ciò che ha dentro. Perché lo stile va oltre l’involucro; è “espressione di un modo individuale e riconoscibile di esprimersi”, attraverso una forma.

È un modo di trasfondere bellezza negli occhi e negli animi di chi osserva, ammira o guarda distrattamente. Una donna con tali qualità è facilmente riconoscibile. Genera nei più un sentimento di stupore ed ammirazione.

Indossa i capi più disparati senza mai commettere errori (di stile); crea look originali senza troppe stravaganze; mixa sapientemente texture e palette differenti; gioca con gli accessori.

Fa shopping per se stessa e non per piacere; acquista ciò che la fa sentire bene, che le dà gioia. Non teme gli indumenti dal taglio maschile.

Ma lo stile è anche fascino, eleganza, leggerezza. Risiede in uno sguardo, nei movimenti delle mani o nel modo di camminare; in un sorriso.

Che si possegga o meno un abito firmato, non importa; ciò che conta è il “modo” in cui esso viene indossato. Perché la donna con stile non ha bisogno di farsi notare, sono gli altri ad accorgersi di lei.