Curiosità: c'era anche il sommese Antonello Piscitelli tra i nominativi scrutinati per l'elezione del Presidente della Repubblica. Dieci grandi elettori, infatti, hanno avuto fiducia in lui al terzo scrutinio e quattro al secondo, facendo sì che il nome del professionista vesuviano ("Piscitelli Antonello") riecheggiasse a lungo nell'aula di Montecitorio, scandito dalla voce della presidente della Camera Laura Boldrini. 

Piscitelli, originario di Somma Vesuviana (suo fratello Vincenzo è consigliere comunale di maggioranza), è in servizio negli Uffici dell’Economato del Senato della Repubblica come responsabile unità operativa “Controllo congruità prezzi e acquisizione beni e servizi”. 

“Francamente non me l'aspettavo”, ha commentato a caldo, visibilmente sorpreso. “Innanzitutto - ha proseguito - voglio ringraziare i grandi elettori che mi hanno onorato con la loro preferenza. So di essere un dipendente stimato da tanti parlamentari, ma mai avrei pensato, neanche lontanamente, che potessero votarmi come presidente della Repubblica". "Quanto accaduto - ha concluso Piscitelli - è per me motivo di grande orgoglio e responsabilità". 

Insomma una nota curiosa nelle lunghe giornate di voto che hanno portato all'elezione del dodicesimo Capo dello Stato della storia della Repubblica Italiana nella persona di Sergio Mattarella.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"