Doveva essere un Oplonti concentrato e voglioso di conquistare il bottino pieno fuori casa, questo l’appello di Morra alla vigilia. Detto fatto. L’Acquatec-VOV entra in campo con il giusto approccio, con la grinta e la consapevolezza di avere dall’altra parte della rete una squadra che non si tirerà mai indietro e riesce a conquistare tre punti fondamentali in questo momento stagionale (26-28;25-23;22-25;18-25).

I parziali della partita fanno ben capire l’andamento del match, costantemente in equilibrio, con azioni lunghe e spettacolari, con difese super da una parte e dall’altra, con il pubblico di entrambe le compagini che apprezza e applaude le atlete in campo.

Dopo un primo set che si è chiuso ai vantaggi con un attacco di Sorrentino, capitan Esposito e compagne entrano in campo nel secondo set un po’ distratte; le giovani Arzanesi prendono sempre più coraggio e si ritrovano in vantaggio 24-16 con ben 8 set point a disposizione; punto su punto le vesuviane cercano una rimonta insperata che si ferma a 23. Si riprende quindi da zero, con il match in totale equilibrio anche nel terzo parziale, ma sul filo di lana l’Oplonti scappa via grazie anche ad ingressi dalla panchina che si fanno trovare subito pronte e si porta in vantaggio.

Nel quarto ed ultimo parziale, le vesuviane del dg Arpaia accelerano sin dalle prime battute per non far tornare “in campo” le avversarie e conquistano con un buon distacco il set e il match.

Buona prova complessiva di squadra, grande spirito di gruppo. Da qui domani lo staff tecnico capeggiato da coach Carotenuto riprenderà a lavorare, consapevole che si deve e si può migliorare in vista dell’ennesima battaglia che ci sarà Domenica prossima contro il Ribellina, che nonostante la sconfitta ha ben figurato contro la super corazzata Nola nell’ultima giornata di campionato.

Servirà un grande pubblico per continuare a lottare e vincere insieme.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"