L’aumento della tassa sui rifiuti a Terzigno è stata mal digerita da politica e cittadinanza. I numeri, però, danno ragione al sindaco Francesco Ranieri.

E’ quanto si evince dopo i primi venti giorni del nuovo calendario della raccolta differenziata. Partito il 2 agosto scorso, con la consegna dei nuovi kit di raccolta, la percentuale di differenziata è balzata dal 45 all’80 per cento. Numeri da comune virtuoso che spazzano via le polemiche e, soprattutto, le minacce ricevute dal primo cittadino.

“E’ vero che in alcune zone della città – ha spiegato il presidente del consiglio comunale Antonio Vaiano - soprattutto nella zona di confine con Boscoreale, c’è bisogno ancora di tanto lavoro, tenendo anche conto della grandezza della città, ma siamo sulla strada giusta”.

Nei prossimi giorni, in collaborazione con il corpo di Polizia Municipale, verranno intensificati i controlli proprio sulle strade più a rischio. Verranno effettuati controlli serrati e installate videocamere di sorveglianza per stanare gli sversamenti illegali e i furbetti della differenziata.

Ma c’è dell’altro. “A settembre – ha annunciato Vaiano – ci saranno altre campagne di sensibilizzazione sui territori che hanno bisogno di maggiore attenzione. Non solo kit di raccolta rifiuti, ma anche illustrazione ai cittadini su come farla nel modo giusto, anche attraverso volantinaggio e informando i cittadini porta a porta”.