Lo teneva sotto ricatto. Voleva soldi, altrimenti lo avrebbe denunciato per violenza sessuale. I carabinieri di Casamicciola hanno arrestato una 17enne, di origini rumene, per estorsione ai danni di un 50enne dell’isola. La scorsa settimana i due hanno avuto un rapporto sessuale consenziente, ma successivamente la ragazza, incensurata, ha iniziato a minacciare telefonicamente l’uomo: se non le avesse dato mille euro lei avrebbe simulato di aver subito una violenza sessuale e lo avrebbe denunciato.

L’uomo in un primo momento ha ceduto al ricatto e consegnato il denaro richiesto credendo così di aver chiuso la vicenda, ma la ragazza ieri sera ha avanzato una seconda richiesta estorsiva che lo ha spinto a chiedere aiuto ai carabinieri. La giovane, infatti, avrebbe preteso altri 550 euro ma i militari hanno organizzato una trappola: l’uomo ha finto di acconsentire alla richiesta e promesso di consegnare il denaro ma, alla consegna, la ragazza ha trovato oltre alla vittima dell’estorsione anche i militari che sono intervenuti proprio mentre l’uomo cedeva i soldi alla 17enne che è stata arrestata ed in seguito trasferita nel carcere minorile di Nisida.