Forse è l’opera di un solo ladro, o almeno così pensa la polizia in merito al raid compiuto nel cantiere del tribunale di Torre Annunziata. In nottata sono difatti spariti centotrenta metri di cavi di rame, che ad oggi è il materiale più ‘a ruba’  dietro le transenne, trafugati probabilmente dopo la mezzanotte. Stamattina la segnalazione al commissariato di Corso Umberto diretto dal Primo Dirigente Vincenzo Gioia e dal Vice Questore Elvira Arlì: gli investigatori sono già al lavoro per identificare i responsabili del colpo e in tal senso ritengono che possa essere stata anche una sola persona a compiere quel furto, nonostante le immaginabili difficoltà logistiche del trasporto. Non è escluso che possano esserci sviluppi già nei prossimi giorni.