Ad un anno dal crollo della palazzina di Rampa Nunziante che ha sconvolto Torre Annunziata, arriva il messaggio da parte delle famiglie Guida e Duraccio. Due nuclei familiari ancori scossi dal dolore per la perdita dei loro cari e per le vittime della tragedia del 7 luglio scorso.

Ecco il messaggio:

Esattamente un anno fa la nostra città veniva scossa da una tragedia immane, per molteplici famiglie la vita da quel momento non sarebbe stata più la stessa.

La cittadinanza fu senza dubbio scioccata e colpita nel profondo molto cittadini accorsero per poter dare aiuto a chi era rimasto sotto le macerie e i loro cari, purtroppo le speranze risultarono vane.

Oggi, ad un anno esatto, vogliamo ribadire e ringraziare chi, quel maledetto giorno e nella settimana successiva, si adoperarono nelle operazioni di salvataggio e supporto ai familiari:

Il corpo nazionale dei vigili del fuoco
L' arma dei carabinieri
La polizia di stato
La municipale di torre Annunziata
Le forze armate
La croce Rossa
La protezione civile
L' amministrazione comunale
Tutti i cittadini  amici e parenti accorsi
Gli psicologi del centro ISM di Raffaele Sperandeo
la chiesa della santissima trinità nella persona di don Ciro Cozzolino
La chiesa dello spirito Santo
La basilica Ave Gratia Plena
Le agenzie funebri cittadine impegnate nei solenni funerali
Gli amici di Guida Pasquale  Ciro Amore e Antonio Zatico
Alfredo Vitagliano per la ospitalità  data ai vigili del fuoco la notte dei soccorsi
Il condominio di via Gino Alfani
Il condominio di via Roma
Tutti i cittadini che nelle ore successive restarono in composto silenzio e dolore in rispetto delle vittime

Emerga la verità, trionfi la giustizia.

la giornata di commemorazione