Caso di bullismo alla stazione della Vesuviana di Vico Equense. Due  minorenni, di 15 e 16 anni residenti rispettivamente a Castellammare e Portici sono stati tratti in arresto dai carabinieri per reati in materia di roga e ricettazione. In più un complice tredicenne è stato identificato e bloccato, ma non è imputabile.

I tre si erano avvicinati a un 15enne lungo via Cortile minacciandolo con un coltello che aveva una lama di ben 11 cm. Dopo aver estratto l’arma la vittima ha consegnato subito il suo telefono cellulare, per poi vedere i suoi rapinatori darsi alla fuga a piedi.

Subito sono stati allertati i militari dell’arma che hanno rintracciato i tre all’interno della stazione, in attesa di salire sul primo treno che presumibilmente li avrebbe fatti allontanare dalla zona del misfatto. Durante la  perquisizione è stato invenuto il telefono cellulare appena rubato nonché una modica quantità di marijuana detenuta per uso personale (motivo per il quale il minore è stato segnalato al prefetto quale assuntore). Il bottino è stato così restituito al proprietario.

I minori arrestati sono stati portati nel centro di prima accoglienza di Napoli ai Colli Aminei. Invece  il 13enne è stato identificato e riaffidato ai genitori.