Non bisogna far vincere l’astensione. C’è bisogno che un paese si assuma la propria responsabilità. Bisogna andare a votare”. A chiamare la carica per il voto non è il rappresentante di un’associazione ambientalista ma il segretario cittadino del PD di Torre Annunziata, Ciro Passeggia. Lascia al famoso social facebook la sua idea per il prossimo 17 aprile quando, dice, “saremo chiamati ad esprimerci sul quesito referendaio”.

Il vertice democratico lancia una scossa prima ai suoi uomini all’interno del partito e delle istituzioni, poi al resto del mondo politico ed associazionistico oplontino distanti dalla prossima tornata elettorale. Quella che, fra due domeniche, ha chiamato gli italiani ad esprimersi sulla proroga alle cosiddette trivelle: ovvero il rinnovo delle concessioni alle società petrolifere entro le 12 miglia dalla costa.

Non è la prima volta che Passeggia scuote il torpore politico torrese. Poche settimane fa, con una frase ad effetto sempre lasciata ai social, aveva commentato in maniera ironica il bando per la società Prima Vera. Nelle ultime ore, invece, contro il silenzio del Partito locale, il ‘segretario operaio’ ha lanciato la carica ai seggi, affinché “non vinca l’astensione”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"

Il dato preoccupante

L'evento per il 'si'

'Un mare di Si'

L'assemblea PD di Portici

M5S: 'Votare si'

Il comitato

Il referendum sulle trivelle