“Abbiamo rispetto per il Presidente Berlusconi e per il Governatore della Campania, Stefano Caldoro, ma le scelte di Area Popolare saranno determinate da un confronto interno e dalla nostra classe dirigente e non da imposizioni, trascinamenti o scelte di soggetti appartenenti ad altre forze politiche”, queste le parole di Gioacchino Alfano, sottosegretario del Governo Renzi e coordinatore regionale della Campania del Nuovo Centrodestra.

Alfano in vista delle prossime elezioni regionali della Campania ed alla luce della volontà di Silvio Berlusconi di chiedere a Stefano Caldoro di ricandidarsi afferma che il Governatore Regionale “ancora non abbia sciolto la riserva, prendiamo atto che il presidente Berlusconi si sia rimangiato quanto deciso per le regionali di Calabria ed Emilia Romagna e che oggi voglia ricostituire la coalizione, ma le scelte spettano a noi e a nessun’altro”.

Per il politico nativo di Sant’Antonio Abate: “Le accuse e l’ostracismo nei nostri confronti di una parte del centrodestra e le continue invettive della Lega verso il nostro leader Angelino Alfano sono inaccettabili e non possono essere archiviate con un articolo di giornale o una pacca sulla spalla, ma necessitano di un’ampia riflessione politica”.

Ritornando sulla vicenda legata alla Campania, Alfano fa sapere che “a breve lanceremo la nostra piattaforma programmatica e su quella apriremo il confronto con le forze politiche e soltanto dopo aver condiviso idee e progetti decideremo le eventuali alleanze”.


Puoi ricevere le notizie de loStrillone.tv direttamente su Whats App. Memorizza il numero 334.919.32.78 e inviaci il messaggio "OK Notizie"