La sfida nell’area vesuviana e nella fascia di costa tra Caldoro e De Luca si chiude con la vittoria del presidente uscente della Regione Campania che conquista il primato nell’area boschese, a Torre del Greco e stravince a Poggiomarino. L’ex sindaco di Salerno, invece, si impone di misura a Castellammare di Stabia, Pompei e Torre Annunziata.

BOSCOREALE. Nel paese della pietra lavica e dei Casillo, Stefano Caldoro stacca De Luca di oltre 15 punti percentuali. L’ex presidente raccoglie 4946 preferenze arrivando al 50%. De Luca si ferma ‘solo’ al 34% con 3400 voti. La Ciarambino segue con 1380 voti ed il 13,95%.

Il più votato, però, resta Mario Casillo che ha raccolto 1439 consensi. In un ipotetico podio sale la Amato, del PD, con 835 e Marino, della lista Caldoro Presidente, con 726 voti.

BOSCOTRECASE. Il sindaco Borrelli lascia il segno sui candidati facendo prevalere il suo pupillo Farroni, di Noi Sud, su tutti gli altri del centrodestra. Il giovane, infatti, raccoglie 272 consensi. Ma anche nel paese del Lacryma Christi il più votato è ancora Mario Casillo con 406 preferenze.

Stefano Caldoro con 1949 voti ed il 48,77% dei consensi supera di gran lunga De Luca che si ferma a 1314 voti ed il 32,88%. La Ciarambino con 661 consensi raggiunge quota 16,54%.

TRECASE. Anche nel paese alle pendici del Vesuvio il governatore uscente fa incetta di voti fermandosi al 48,77% con 1747 preferenze contro il suo sfidante che supera di poco il 33% con 1190 voti. La Ciarambino con 586 consensi raggiunge il 16,26%.

I più votati tra i candidati consiglieri sono Lafranco e Cesaro, di Forza Italia, rispettivamente 348 e 281 voti, e Casillo con 182 preferenze.

TORRE DEL GRECO. È l’ultimo paese della zona che regala il successo, senza appello, in termini di voti a Stefano Caldoro. Nella città del corallo, il governatore uscente raccoglie ben 15.502 voti, il 49,55% dei consensi, distaccando di gran lunga De Luca che si ferma al 30,39%, con 9.509 preferenze. Il Movimento 5 Stella conferma il trend con 5339 voti ed il 17,06%.

È Loredana Raia, Democratica torrese, ad imporsi sul resto dei consiglieri con 2763 voti. Seguono Ciavolino, Caldoro Presidente, con 2409 preferenze e Tabernacolo, Fratelli d’Italia, che con 1770 consensi chiude il podio.

POGGIOMARINO. Il comune famoso per il villaggio preistorico di Longola sarà difficilmente dimenticato dal neo Presidente della Campania, Vincenzo De Luca. È l’unico caso nella zona dove Caldoro supera del doppio il candidato del centrosinistra. Le percentuali sono intransigenti per l’ex sindaco di Salerno che si ferma al 28,19% contro il 57,22% del suo sfidante.

Nel trend positivo del presidente uscente c’è il risultato di Vastola, candidato nella lista Caldoro Presidente, che con 1542 preferenze è il più votato, triplicando quasi il secondo, Mario Casillo, che raccoglie 559 voti.

CASTELLAMMARE DI STABIA. Nella città delle acque, Stefano Caldoro perde di pochi voti, fermandosi ad 8928 preferenze, il 37,02% dei consensi, contro i 9403 di De Luca, il 38,99%. Il partito di Beppe Grillo osserva da lontano, con 4435 voti, il 18,39%.

È Carlo Longobardi, di Forza Italia, il più votato con 1187 suffragi. Seguono il duo Dem, Lello Topo con 1043 voti e Mario Casillo con 1021 preferenze.

POMPEI. La Madonna ha portato bene a Vincenzo de Luca che  ha ottenuto 4278 preferenze, il 41,03% dei consensi, contro i 4088 voti di Caldoro, il 39,20%, ed i 1865 voti del Movimento 5 Stelle che si attesta al 17,88%.

La consigliere più votata è la grillina Virginia la Mura, con 693 voti, segue Casillo con 610 consensi e l'altro Dem, Antonio Marciano, con 534 preferenze.

Il consigliere Attilio Malafronte, candidato in Campania in Rete, si ferma a 481 voti, mentre fa solo un’apparizione Imma Pirozzi con 97 preferenze.

TORRE ANNUNZIATA. Dopo le europee dell’anno scorso, anche quest’anno la città della villa di Oplonti regala il primato di preferenze al Partito Democratico che raggiunge quota 25,20%, la percentuale più alta di tutto il comprensorio. La differenza, però, tra i due candidati governatori è minima, poco più di 100 voti.

Vincenzo de Luca, con 6165, raggiunge quota 40,97%, mentre Caldoro con 6019 voti si ferma al 40%. Dietro di molto il Movimento 5 Stelle con 2555 voti ed il 16,98%.

Il più votato in città è il Democratico Mario Casillo, con 1209 preferenze, seguito da Lafranco, Forza Italia, con 927 voti ed Ossame, NcD, con 807 consensi.

Le due facce del PD vesuviano

elezioni regionali. il consiglio

Conferenza di De Luca

Caldoro ammette la sconfitta

Gragnano: dati definitivi

Portici: dati definitivi

Castellammare: dati definitivi

Opposizione Regione

Maggioranza De Luca