E’ riuscito a migliorare di oltre 10mila voti il bilancio di 5 anni fa. Mario Casillo si è confermato come il candidato più votato in Campania. Il capogruppo del Partito Democratico ha ricevuto oltre 41mila preferenze contro le 31307 del 2015. Sulla stessa linea d’onda anche Loredana Raia che è passata da 10924 a oltre 26mila voti.

TORRE ANNUNZIATA. Conferma il trend delle amministrative del 2017 Mauro Iovane, candidato della Lega che nella sua città di appartenenza ha ricevuto 859 schede a favore per un totale di circa 1880. Dietro di lui ottima la prima a livello regionale anche per Orfeo Mazzella del Movimento 5 Stelle con 1814 preferenze (primo a Torre Annunziata). La consigliera comunale Maria Teresa De Martino, inserita nella lista Campania Libera, ha risposto anche lei in maniera positiva con 1088 preferenze di cui 586 da Torre Annunziata. Sulla medesima scia anche Angela Ossame di Fare Democratico-Popolari con 1085. A chiudere le prestazioni di rilievo di Franca Napolitano (480) di Democratici e Progressisti e Francesco Alessandrella di Per Persone e Comunità  (380).

BOSCOREALE E BOSCOTRECASE. Poco più di 1000 schede a favore per Maria De Martino, candidata di Boscoreale per Fratelli d’Italia, al suo esordio assoluto. Come candidato della stessa città, tra i 5 Stelle c’è stata l’ottima apparizione di Bianca Mazzarino con 1149 preferenze. Inoltre ci sono da segnalare gli oltre 2000 voti ricevuti dall’ex sindaco di Boscotrecase Agnese Borrelli (Fare Democratico-Popolari) e i 668 del consigliere Ciro Raiola (Centro Democratico).

POMPEI. L’ex sindaco Pietro Amitrano, inserito nella lista del Pd, si è fermato a 1272 preferenze. Mentre Vittorio Serrapica (Centro Democratico) e Rosario Alfano (Per le Persone e Comunità) hanno ricevuto rispettivamente 607 e 463 schede a favore.

TORRE DEL GRECO. Boom di voti per la candidata di Campania Libera Clelia Gorga (5706), mentre hanno ben figurato Michele Langella (2385 con +Campania in Europa) e Monica Ascione (4133 con Italia Viva).

CASTELLAMMARE. Ottima prestazione per Tina Donnarumma, consigliera di Castellamare inserita nella lista della Lega che si è attestata su quasi 5mila voti. Ha fatto il pieno anche Annarita Patriarca, ex sindaco di Gragnano, con Forza Italia che lotta per un seggio in Consiglio con i suoi oltre 11mila voti. Positiva l’affermazione di Francesco Somma (+Campania In Europa) con 3509. Fuori, infine,  il consigliere uscente Alfonso Longobardi con sole 4981 preferenze.

I dati definitivi

Il successo di Casillo

Il bilancio dei torresi

I primi verdetti

il più votato

i primo 50 dopo 1500 sezioni

Aggiornamenti live