Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, è stato assolto perché “il fatto non sussiste” nel processo d'appello per la nomina di un project manager nell'ambito di un progetto per la costruzione di un termovalorizzatore a Salerno. In primo grado, De Luca era stato condannato a un anno (pena sospesa). La condanna aveva determinato la sospensione dall'incarico di presidente della Giunta regionale.

Con Vincenzo De Luca sono stati assolti anche gli altri due imputati del processo: il dirigente del settore lavori pubblici del Comune di Salerno, Domenico Barletta, e il capo staff di De Luca all'epoca dei fatti, Alberto Di Lorenzo. Per tutti gli imputati la Corte d'appello ha stabilito anche la revoca delle pene accessorie. “Ho sempre creduto nella giustizia”, le prime parole di De Luca dopo la camera di consiglio dei giudici durata circa due ore.