Il Movimento Cinque Stelle ha occupato in segno di protesta i banchi della presidenza in Consiglio regionale della Campania. Prima di qualsiasi altro tipo di discussione, gli esponenti grillini chiedono che sia fatta chiarezza sulla vicenda giudiziaria che vede coinvolto Vincenzo De Luca, presidente della Regione Campania.

Gli esponenti M5S sono contrari anche al dibattito in programma per oggi sul disegno di legge di riordino del sistema idrico regionale. La loro posizione contraria al ddl, a firma della giunta regionale, era stata già annunciata nei giorni scorsi.

''De Luca governatore abusivo''. Dai banchi della presidenza del Consiglio regionale campano, occupato dai consiglieri del Movimento Cinque Stelle, i pentastellati hanno esposto cartelli contro il governatore Vincenzo De Luca. ''Vuole far finta di niente rispetto a una vicenda gravissima - spiega Valeria Ciarambino, capogruppo del Movimento Cinque Stelle - su questo Presidente grava un'ombra pesantissima che si addensa ogni volta di più e tiene ostaggio la Campania dei guai giudiziari di De Luca''.

"Ha raccontato una menzogna istituzionale, veicolata con canali istituzionali - spiega - Oggi è stato convocato un Consiglio che ha all'ordine del giorno provvedimenti che incidono sulla vita dei cittadini campani. Gli unici ad aver fatto un gesto nel senso della legalità e della trasparenza siamo stati noi del Movimento Cinque Stelle che abbiamo presentato una mozione di sfiducia - aggiunge - Gli altri si riempiono la bocca di parole. Oggi vogliamo richiamare tutti rispetto a questa vicenda - conclude - C'è chi vuole fare finta di niente, ma le parole legalità e trasparenza vanno dimostrate con i fatti altrimenti si stanno solo ingannando i cittadini campani".

Cozzolino (PD): 'Trasparenza nelle istituzioni'

Renzi a De Luca: 'Lavori se capace'

De Luca: 'Fiducia nella magistratura'

Casillo: 'Si a chiarezza, no ad ostacoli'

Indagato De Luca