Ha aspettato 50 anni. Poi ha messo il frammento in una busta e lo ha rispedito a chi lo aveva rubato. E' bellissimo il frammento che Massimo Osanna pubblica sul suo profilo Instagram. Un pezzo di volto di una statua è tornato al Parco argheologico di Pompei, accompagnato da una lettera.

"Cinquanta anni fa ho asportato da un edificio questo frammento. Me ne vergogno e lo restituisco al proprietario. Scusate". Questo il testo scritto da un anonimo che ha inviato il reperto al Parco archeologico di Pompei. Un gesto simile a quello compiuto, solo poche settimane fa, con un altro reperto archeologico inviato in quel caso al comune di Pompei.

Sintetico il commento di Osanna: "A volte ritornano. Per posta, quasi settimanalmente". Un altro tesoro che torna a casa.