Avrebbe diffuso immagini intime della sua ex compagna sottoponendo la donna anche ad atti persecutori e violenze fisiche.

Arrestato dai carabinieri un uomo di 36 anni, originario di Napoli, ritenuto responsabile del reato di atti persecutori, lesioni aggravate e continuate e diffusione illecita di immagini e video a sfondo sessuale.

Secondo la ricostruzione fornita dagli inquirenti, dopo la fine della relazione, l'uomo avrebbe perseguitato la vittima con migliaia di messaggi e telefonate, danneggiandole anche l'auto e portandola a cambiare lavoro. L'ultimo fatto è accaduto il 4 febbraio scorso quando l'uomo, entrando in casa col pretesto di recuperare alcuni effetti personali, avrebbe percosso la vittima con un manico di scopa, nonostante la presenza dei figli minorenni. È stata la madre della donna a telefonare ai carabinieri.

(foto: repertorio)